MANOVRA CORRETTIVA D.L. N. 50/2017

MANOVRA CORRETTIVA D.L. N. 50/2017

Lo Studio Commercialisti Riboli Magnoni comunica tutte le novità in merito alla

MANOVRA CORRETTIVA D.L. N. 50/2017

E’ stato convertito in legge il DL 50/2017 (manovra correttiva) e si riportano di seguito le principali novità:

SCISSIONE DEI PAGAMENTI (SPLIT PAYMENT)

A partire dal 1.07.2017, l’ambito di applicazione del meccanismo di scissione dei pagamenti IVA è esteso alle cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate, non solo nei confronti di enti e società della Pubblica Amministrazione, ma anche nei confronti dei seguenti soggetti:

  • Società controllate direttamente dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dei Ministeri;
  • Società controllate direttamente dalle regioni, province, città metropolitane, comuni, unioni di comuni;
  • Società controllate direttamente o indirettamente dalle società di cui ai precedenti punti;
  • Società quotate inserite nell’indice FTSE MIB della Borsa Italiana.

A far data dalle fatture emesse dal 1.07.2017 anche i compensi per le prestazioni di lavoro autonomo, ove rese a favore dei soggetti indicati ai punti precedenti e nei confronti di enti e società appartenenti alla Pubblica Amministrazione, sono assoggettati al meccanismo dello Split Payment.

Pertanto tutte le fatture rientranti nel meccanismo dello Split Payment dovranno evidenziare separatamente:

  • La base imponibile;
  • L’aliquota e l’ammontare dell’IVA;
  • L’ammontare da pagare al netto dell’IVA;
  • Il riferimento normativo: “Operazione soggetta alla scissione dei pagamenti – Art. 17-ter DPR 633/72-Split Payment”, o annotazioni similari.

L’Iva esposta in fattura non verrà corrisposta al fornitore, ma sarà liquidata direttamente all’Erario dal cliente a cui la fattura è stata emessa in regime di Split Payment.

CALCOLO DELL’ACE

La manovra correttiva ha disposto che, per il 2017, il coefficiente da applicare per il calcolo dell’Ace è l’1,6%, mentre passerà al 1,5% nel 2018. Per tale motivo il calcolo degli acconti dovuti dai soggetti Ires per il 2017 deve essere determinato considerando un’imposta che tenga conto della riduzione del beneficio fiscale dell’anno corrente, già a partire dai versamenti in scadenza il 30.06.2017.

Nel caso in cui siano stati versati gli acconti prima dell’approvazione della manovra correttiva, i contribuenti potrebbero aver pagato una somma inferiore, quindi verrà loro applicata una sanzione pari al 30% del versamento minore, salvo il ravvedimento operoso.

STUDI DI SETTORE

La manovra correttiva ha portato al superamento degli studi di settore dando vita agli Isa (indicatori sintetici di affidabilità fiscale), a cui è affidato il compito di favorire l’emersione spontanea degli imponibili e di stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari.

START-UP

Passano da 4 a 5 gli anni di durata massima delle agevolazioni per le start-up innovative (a decorrere dalla data di costituzione).

AFFITTI BREVI

È stato previsto l’obbligo per gli intermediari immobiliari e i gestori dei portali online di trattenere la ritenuta del 21% sui canoni che pagano al locatore per affitti brevi. Non è normativamente previsto che la trattenuta debba essere applicata agli incassi dei canoni relativi ai contratti stipulati a partire dal 1.06.2017.
Tale data, infatti, è prevista per indicare il momento dal quale sarà possibile far rientrare nel regime della cedolare secca, su opzione, i redditi dei contratti di locazione brevi in sublocazione. Tuttavia, la possibilità di applicare la cedolare secca del 21% è elemento ben distinto dall0obbligo di applicare la ritenuta sulle locazioni brevi.

RISPARMIO ENERGETICO

I soggetti incapienti potranno cedere il credito d’imposta Irpef del 65% e quello per interventi sul risparmio energetico delle parti comuni condominiali, fino al 2021, anche nei confronti di istituti di credito e intermediari finanziari o di altri soggetti privati. Tale possibilità non è consentita ai soggetti non incapienti, che potranno cedere il credito d’imposta solo ai fornitori od altri soggetti privati che dovranno essere definiti dall’Agenzia delle Entrate.

SCARICA IL PDF

Lo Studio resta a disposizione per chiarimenti.

Cordiali saluti.

Studio Professionale Associato Magnoni – Riboli